Riccardo Alessandro
Area di ricerca: Educazione e ricerca
riccardo.alessandro@unipa.it
Profilo UNIPA

 

Riccardo AlessandroSi laurea in Scienze Biologiche nel 1987 con lode e menzione alla tesi presso l’Università degli Studi di Palermo. Nel 1992 consegue il titolo di dottore di ricerca in “Biologia Cellulare e dello sviluppo”.

Dal 1993 al 1995 svolge un’intensa attività di ricerca come Fogarty Visiting Fellow presso i National Institutes of Health a Bethesda (USA) nei laboratori diretti dal Prof. Lance Liotta, dove si occupa di comprendere i meccanismi molecolari di azione del primo farmaco antitumorale ad azione antiangiogenetica.

Nel 1999 è ricercatore per il SSD BIO13 presso la sezione di Biologia e Genetica del Dipartimento di Biopatologia e Metodologie Biomediche (ora Dipartimento di Biopatologia e Biotecnologie Mediche) dove inizia a studiare i meccanismi di trasduzione del segnale che regolano l’interazione tra le cellule endoteliali e cellule tumorali grazie anche a finanziamenti dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (AIRC).

Dal 2005 è professore associato di Biologia e Genetica presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Palermo dove coordina un gruppo di ricerca costituito da dottorandi di ricerca, assegnisti e ricercatori e svolge dei progetti di ricerca, finanziati dall’AIRC, sul ruolo esercitato dagli esosomi nella progressione della Leucemia Mieloide Cronica. Inoltre collabora su tematiche di ricerca di interesse reumatologico.

Nel 2010 diventa professore di prima fascia per l’SSD BIO13. I suoi interessi di ricerca sono focalizzati sulla comprensione della modalità di azione degli esosomi rilasciati dalle cellule tumorali nella modulazione del microambiente tumorale così come sulla possibilità di modificare gli esosomi per il drug delivery.

Sulla base dei risultati delle attività di laboratorio deposita diversi brevetti e fonda nel 2016, insieme ad alcuni suoi collaboratori, uno spinoff accademico denominato navhetec che si propone di commercializzare un preparato di esosomi estratti da succo di limone come preparato nutraceutico a supporto dei trattamenti chemioterapici.

E’ autore di più di 100 pubblicazioni su riviste internazionali a medio-alto impact factor, atti di congressi nazionali ed internazionali e capitoli di libri di testo per studenti dei corsi di laurea di Medicina e Chirurgia. E’ Academic Editor di PlosOne e referee per numerose riviste internazionali in campo biomedico.

Dal 1 novembre 2015 è direttore del Dipartimento di Biopatologia e Biotecnologie Mediche.

 

Pubblicazioni